• CAF
  • Alioto
  • milauto
  • CAF 2
  • alioto farmacia
  • milauto

  • CAF Milazzo 1
  • Officine 1
  • Imm 004
  • Caf Milazzo 2
  • officine 2
  • Da Vinci

  • TIRONCINO

Milazzo - politica

Milazzo. " Il Sindaco offende l'autonomia del Consiglio e della città". Sullo statuto e sui regolamenti troppi ritardi "strani".

In 15 hanno firmato un comunicato stampa che racconta come il Consiglio Comunale viva ormai in ostaggio dell'Amministrazione e degli uffici che rallentano o addirittura fermano il compito del civico consesso mettendo a serio rischio qualsiasi attività. Un atto di accusa che racconta di una struttura i cui vertici firmano pareri in un giorno all'Amministrazione ma perdono oltre sei mesi per esprimere pareri sui regolamenti e lo statuto presentati dai consiglieri comunali. Tutto finalizzato poi alle estemporanee uscite in aula del Sindaco che si presenta, secondo i consiglieri, come un falso eroe che nasconde sotto l'invito alla democrazia ed alla partecipazione la reale intenzione di operare senza consiglio comunale ed in barba allo stesso. Un atteggiamento che viene considerato non solo offensivo ma addirittura strafottente in un momento in cui bisognerebbe essere fattivi e collaborativi. In dispregio alla sua stessa componente consiliare, il Sindaco getta una ciambella di salvataggio sulla situazione legata al voto sui bilanci che però sà tanto di tardivo ripensamento ed attacco alle stesse prerogative dei consiglieri che sono stati lasciati senza pareri e senza che chi di competenza intervenisse per accellerare gli iter su una materia  sulla quale invece è la Giunta ad entrare a gamba tesa fingendo un aiuto che è ben altro. Questo il pensiero dei consiglieri comunali che sottolineano come in forza dell'art. 44 del regolamento generale degli uffici e dei servizi, il parere sulla proposta del nuovo statuto, avrebbe dovuto essere espresso in due giorni ed invece è ancora fermo negli uffici da oltre sei mesi. Un chiaro mancato adempimento di compito che aprirebbe inquietanti scenari sul perchè dei notevoli ritardi che hanno finito per condurre in un imbuto tutta la vita politica ed amministrativa cittadina e mettendo a serio rischio gli strumenti democratici. Di seguito il comunicato stampa : 

                    COMUNICATO STAMPA

           Statuto comunale.  Sfregio politico del  Sindaco e  della Giunta al consiglio comunale.  

L’ennesimo schiaffo al consiglio comunale che il Sindaco tenta di far passare per carezza. Uno statuto rivisto con i suoi stessi consiglieri comunali, frutto di quella sinergia tra varie forze politiche che adesso il primo cittadino invoca, che rimane chiuso in naftalina senza i necessari pareri tecnici da oltre sei mesi. Pareri che la norma, artt. 43 e 44 del regolamento generale degli uffici e dei servizi,  prevede siano rilasciati in due giorni e che invece dopo tutto questo tempo non si muovono da dove sono.  Nella giornata di mercoledì l’ennesimo sollecito avanzato dai consiglieri comunali ed indirizzato a chi deve garantire l’osservanza delle norme all’interno dell’Ente, per ottenere i pareri richiesti . Nulla anche in questo caso. Stranamente però, lo stesso contenuto riportato nel nuovo statuto che attende di essere rimandato in aula e che avrebbe già da tempo evitato  qualsiasi dubbio e qualsiasi rallentamento nell’iter normale dei punti all’ordine del giorno in aula, viene proposto dalla Giunta e ottiene i pareri a tempo di record consentendo al Sindaco di presentarsi come lui il quale ha messo in moto la macchina per uscire dall’impasse amministrativo. Semplicemente inaccettabile. Non siamo più disponibili a subire le continue prese in giro che il Sindaco offre giornalmente alla città. Il suo ramoscello d’ulivo è una frusta in faccia all’intera collettività milazzese. Così duro, il Sindaco, con alcuni e poi improvvisamente tenero come agnellino. Il suo modo di agire, le sue mosse politiche, hanno stancato tutti. Chiamiamo alla responsabilità chi ha omesso di compiere i propri doveri d’ufficio nei confronti del consiglio comunale  e chi avrebbe dovuto vigilare sul rispetto della norma che invece continua ad essere disattesa. Considerato che il modo di gestire la politica di questa amministrazione è un continuo campo di battaglia con innumerevoli imboscate, vedi anche situazioni parcheggi, è giusto che si attivino tutte le misure per difendere la nostra città dalla catastrofe politica ed amministrativa in cui si è caduti da ormai quasi tre anni.

Valentina Cocuzza, Lydia Russo, Maria Magliarditi, Francesco Alesci, Franco Russo, Gianfranco Nastasi, Pippo Midili, Simone Magistri, Franco Rizzo, Massimo Bagli, Franco De Gaetano, Rosario Piraino, Alessandro Oliva, Antonio Foti, Sarao Santi 

Articoli relazionati

Nessun articolo relazionato


REDAZIONE

Pippo Midili

Pippo Midili

Direttore responsabile
Gianfranco Pensavalli

Gianfranco Pensavalli

 
Fortunato Marino

Fortunato Marino

Gianpaolo Piccolo

Gianpaolo Piccolo

Reparto Sport
Simone Barbaro

Simone Barbaro

Rubriche
Francesco D'Amico

Francesco D'Amico

Fabio Piccolo

Fabio Piccolo

Rossella Trimarchi

Rossella Trimarchi

Milena Cascio

Milena Cascio

Gianni Fantoni

Gianni Fantoni

Web architect
Laura Sidoti

Laura Sidoti

Graphic Designer
Dario Massi

Dario Massi

Digital Strategist, SEO

 


© 2015 - 2016 - All rights reserved - Associazione "Il Diario Metropolitano"
Via Cumbo Borgia, 57 - 98057 Milazzo (Me) | Tel. 090 9282074 - CF/P.IVA 03392860833

 
0
Shares