• Onde Sonore
  • studio dentistico
  • frazzetto
  • Onde sonore
  • studio dentistico
  • frazzetto

[pth_facelivevideos pageid="482197051952586" width="294" height="524"]

  • CAF Milazzo 1
  • CAF
  • onde sonore
  • Caf Milazzo 2
  • CAF 2
  • onde sonore

  • onde sonore
  • onde sonore

Milazzo - politica

Inquinamento Valle del Mela. Croce e le delizie regionali. Milazzo tace e San Filippo si arrabbia.

Sembra quasi uno scherzo ed invece è tutto vero. Un incontro old style, con tanto di firma di protocollo, per il regalo di Natale alla Valle del Mela e, più specificatamente, alla città di Milazzo. Che, alleluja alleluja, avrà un ufficio dell'Arpa Regionale. Cosa ci metteranno dentro oltre a due o tre persone distaccate non è dato sapere. Molto verosimilmente  delle scrivanie, dei computer e arredi vari. Soldi alla Regione per acquisto di attrezzature specifiche non ce ne sono, neanche lontamente immaginabile che possano arrivare in futuro. Così l'unico dato positivo per la Valle del Mela è che la campionatura dell'aria avverrà in un breve lasso di tempo, circa 30 minuti prima delle volte precedenti, ma poi le analisi comunque dovranno essere svolte a Messina o Palermo esattamente come ora. E qui, si arrabbia il Sindaco di San Filippo del Mela che, alla fine degli interventi, è risultato il più politicamente cazzuto nella difesa del territorio. Perchè il Sindaco di San Filippo del Mela ha stanze e attrezzature già pronte e messe in piedi con un finanziamento europeo che aveva messo a disposizione di Arpa Sicilia e dell'Assessorato territorio ed ambiente da un anno. Ma la scelta è ricaduta su Milazzo dove si troverà la stanza ma di attrezzature neanche a parlarne. Fa bene ed ha ragione ad arrabbiarsi, per il suo territorio ma anche per i soldi della Comunità Europea spesi e che nessuno vedrà messi a frutto. Le risposte imbarazzate della politica Regionale la dicono lunga sulla serietà di intenti messi in campo. Si scomoda Pavese ma sarebbe stato il caso di citare Leonardo Sciascia che di Sicilia e Siciliani ne sà molto di più di Pavese, con il dovuto rispetto. Diceva Sciascia, ed aveva ragione, che " Arriva un momento in cui la speranza non è l'ultima a morire, ma morire è l'unica speranza". Il Sindaco di Milazzo sorride, accoglie e firma il protocollo che regala una bicicletta vecchia maniera al posto della Ferrari che era rappresentata dal Finanziamento di 10 milioni di euro del Sistema di monitoraggio ambientale nel quale oltre all'ufficio Arpa a Milazzo era anche finanziato tutto il necessario per avere controlli ed esiti immediati senza spostarsi da Milazzo. Ma sull'argomento Formica non spende neanche una parola. Il silenzio è eloquente più di mille parole. Ma la parte più commovente arriva quando parla il Dott. Anzà. Nelle sue dichiarazioni piene di pause ed incertezze, intercalate da troppi "Ma quaanto è bravo l'Assessore, ma quanto è bello l'Assessore" riferendosi a Croce, riparla del Piano Regionale della qualità dell'Aria. Dire che Anzà non è nuovo a questo è puro eufemismo. Alcuni anni fa, a cavallo tra il 2010 ed il 2011, quel Piano il Dott. Anzà lo aveva anche fatto. Ma pare che fosse "leggermente copiato" da quello della Regione Veneto. Tanto leggermente che fini in un'aula di Tribunale dove venne confermata la "leggera copiatura" e venne bloccato. Certo era difficile che in Sicilia ci fossero Aree Padane, anche perchè all'epoca Salvini non aveva fatto ancora comparsa nel nostro territorio. Speriamo che il nuovo Piano, che dovrebbe vedere la luce entro Gennaio 2017, riguardi veramente la Sicilia. E pare che il Piano individui come uno dei maggiori fattori di inquinamento il "traffico". Di tutto quello che doveva essere e non è stato fino ad ora, nessuno ha parlato. La Valle del Mela sarà dotata di uno dei tre mezzi in dotazione a Arpa Sicilia dal novembre del 2015 ma che ieri sono stati presentati come appena comprati. Aggiungendo che il personale è in addestramento per utilizzare le attrezzature all'avanguardia. In un anno saranno diventati specialisti ma ancora i tre mezzi rimangono fermi a Palermo con le doppie frecce. Mezzi che, per quanto moderni, non potranno analizzare nell'immediato e dovranno quindi far fare la spola con altri centri. Qui scatta la considerazione finale. Ma dopo 14 anni dalla dichiarazione di area ad alto rischio è questo il risultato che fa gioire tanti ed incavolare, giustamente, il Sindaco di San Filippo?. A pesare come un macigno per Milazzo è il totale disinteresse per i 10 milioni che il Tar ha sentenziato debbono essere dati alla nostra comunità. Il cambio con un ufficio ci sembra veramente ridicolo. E chi deve difendere gli interessi della Valle del Mela non può limitarsi a sorridere e firmare. 

Commenti offerti da CComment

Articoli relazionati

Nessun articolo relazionato


REDAZIONE

Pippo Midili

Pippo Midili

Direttore responsabile
Gianfranco Pensavalli

Gianfranco Pensavalli

 
Fortunato Marino

Fortunato Marino

Gianpaolo Piccolo

Gianpaolo Piccolo

Reparto Sport
Simone Barbaro

Simone Barbaro

Rubriche
Francesco D'Amico

Francesco D'Amico

Fabio Piccolo

Fabio Piccolo

Rossella Trimarchi

Rossella Trimarchi

Milena Cascio

Milena Cascio

Gianni Fantoni

Gianni Fantoni

Web architect
Laura Sidoti

Laura Sidoti

Graphic Designer
Dario Massi

Dario Massi

Digital Strategist, SEO

 


© 2015 - 2016 - All rights reserved - Associazione "Il Diario Metropolitano"
Via Cumbo Borgia, 57 - 98057 Milazzo (Me) | Tel. 090 9282074 - CF/P.IVA 03392860833