• Caronte 1
  • Liberty
  • frazzetto
  • caronte 1
  • Liberty
  • frazzetto

[pth_facelivevideos pageid="482197051952586" width="294" height="524"]

  • CAF Milazzo 1
  • CAF
  • caronte 1
  • Caf Milazzo 2
  • CAF 2
  • caronte 1

  • caronte  1
  • caronte 1

Messina - sport

Messina Calcio. Il punto sulla situazione societaria ed il fascino sportivo che gli scenari possono regalare.

L’impietoso fallimento della gestione chiusasi in ultimo con Franco Proto,  ha generato un sentimento di totale sfiducia nella tifoseria e nell’ambiente messinese.  

 Dopo aver creduto nel “sogno” promesso dall’imprenditore di Troina, i tifosi hanno visto svanire nel nulla ogni sforzo sportivo realizzato dall’undici di Cristiano Lucarelli che, al termine della scorsa stagione, aveva raggiunto la salvezza in Lega Pro. Franco Proto, quindi, abbandona la società, lasciando la patata bollente al Sindaco ed alla città.

Accorinti adesso dovrà preoccuparsi del futuro del Messina Calcio, un po’ alla Andrea Pirlo dovrà gestire la palla nella zona nevralgica del campo, accertandosi di garantire ai tifosi un futuro degno dei fasti del passato. Se i tempi di Franza, con le partecipazioni alle massime serie professionistiche, sembrano ormai morti e sepolti e constatata definitivamente la perdita della serie C, ciò che resta nei cuori dei tifosi giallorossi è la speranza di vedere giocare nell’anno venturo la propria squadra nella massima serie dilettantistica.

Il sSndaco avrà tempo fino al 27 luglio per cercare il prossimo “condottiero” giallorosso, che dovrà garantire 150 mila euro a fondo perduto dal versamento immediato, un successivo versamento di 16 mila e 500 euro come tassa ed una finale fideiussione di 31 mila euro che andrà a garanzia dei futuri impegni economici. Accorinti ha già contattato una serie di imprenditori locali, il progetto del capo dell’amministrazione messinese è l’immediato rilancio del calcio peloritano grazie ad una cordata di imprenditori.

Ieri pomeriggio, presso il comune, si è svolto l’incontro a cui erano presenti Bonaventura Candido (il consulente legale dell’imprenditore Francesco Barbera), il consulente amministrativo Antonio Morgante e l’amministrazione. Barbera, al momento, sembra il più interessato all’acquisizione della società. Il mago del caffè detta condizioni molto precise, “Barbera scenderà in campo solo se si faranno avanti altri imprenditori in grado di affiancarlo” con queste parole Candido Bonaventura  dichiara le intenzioni del probabile futuro numero uno giallorosso.

Il progetto Barbera ispira fiducia e serietà, quella che da tempo manca e la stessa che l’imprenditore vuole trasmettere ai tifosi. Il primo passo è la trattativa con Pietro Lo Monaco per l’acquisizione dell’acronimo ACR tanto caro ai messinesi. L’obiettivo è chiaro riportare valori importanti, senso di appartenenza in primis, in un team che dovrà faticare molto per ricostruire le proprie fortune. Ma lasciandoci alle spalle gli apocalittici  scenari dipinti nelle scorse settimane, proviamo ad apprezzare il fascino sportivo che la spiacevole situazione può regalarci.

Con l’iscrizione alla serie D, il Messina ritroverebbe l’Igea Virtus. La quarta forza del girone I scorso campionato, si è rinforzata con acquisti del calibro di Vincenzo Ferrante, classe 1995, difensore centrale ex Venezia, protagonista della scalata dei veneti dalla D alla B nelle scorse due stagioni. Il rinnovo di Dall’Oglio, insieme agli importanti acquisti messi a segno, garantiscono un progetto di spessore della società Barcellonese.

L’altra possibilità, di ripiego qualora il Messina non riuscisse ad iscriversi alla massima serie dilettantistica, è l’Eccellenza. In Eccellenza i giallorossi ritroverebbero i mamertini ed i cugini della Città di Messina, entrambi già iscritti al prossimo campionato. Il Milazzo ha messo a segno colpi importanti, principalmente, sotto il profilo dirigenziale. Simona Marletta è la nuova dirigente, ha alle spalle esperienze al Catania ed al Siracusa con cui ha conquistato una promozione. Pidatella, invece, sarà il nuovo mister, arriva dal Pedara San Pio X, squadra da cui arriva anche il primo acquisto della società rossoblù Rosario Miraglia.La città di Messina conferma gran parte della rosa e riaffida le chiavi della porta a Dino Billè già in rosa nella stagione sportiva 2014/15.

Mentre cresce l’attesa per il futuro societario, con i tifosi frementi e molto delusi dal naufragio Proto, i campionati attendono il Messina per dei derby che da tempo immemore non si vedono sui campi di provincia. 

Marco Amato

Commenti offerti da CComment

Articoli relazionati

Nessun articolo relazionato


REDAZIONE

Pippo Midili

Pippo Midili

Direttore responsabile
Gianfranco Pensavalli

Gianfranco Pensavalli

 
Fortunato Marino

Fortunato Marino

Gianpaolo Piccolo

Gianpaolo Piccolo

Reparto Sport
Simone Barbaro

Simone Barbaro

Rubriche
Francesco D'Amico

Francesco D'Amico

Fabio Piccolo

Fabio Piccolo

Rossella Trimarchi

Rossella Trimarchi

Milena Cascio

Milena Cascio

Gianni Fantoni

Gianni Fantoni

Web architect
Laura Sidoti

Laura Sidoti

Graphic Designer
Dario Massi

Dario Massi

Digital Strategist, SEO

 


© 2015 - 2016 - All rights reserved - Associazione "Il Diario Metropolitano"
Via Cumbo Borgia, 57 - 98057 Milazzo (Me) | Tel. 090 9282074 - CF/P.IVA 03392860833